Un piccolo paradiso
nel cuore del Mugello

Immerso nel verde e nel silenzio tra le splendide colline della campagna Toscana, l’Agriturismo Borgo Macereto a Dicomano (Firenze), è un’occasione unica di soggiorno sia per trascorrere il proprio momento di relax in un ambiente naturale e confortevole, sia per visitare le meraviglie di questo territorio.

Il Mugello infatti, patria della potente famiglia fiorentina dei Medici e di grandi artisti come Giotto e il Beato Angelico, è un territorio suggestivo che ad ogni passo ci racconta secoli di battaglie e di fatica umana, di arti e di mestieri antichi tramandati di padre in figlio fino ad oggi. Ne sono testimonianza le sontuose residenze medicee come quella di Castel Del Trebbio o il meraviglioso Museo Chini, regno della ceramica liberty, ma anche gli artigiani creatori di coltelli di Scarperia e le numerose aziende agricole e vitivinicole rinomate per l’altissima qualità dei prodotti.

Tra natura incontaminata
sport, storia e cultura

L’Agriturismo Borgo Macereto è il luogo ideale per una vacanza nel silenzio e nella natura soggiornando in uno degli appartamenti finemente ristrutturati del piccolo Borgo Medioevale e dotati di ogni comfort, una sosta fatta di pace, relax e benessere ma anche di attività sportive, equitazione, percorsi trekking e mountain bike con la possibilità di degustare i vini pregiati e i piatti tipici locali.

La collocazione dell’Agriturismo Borgo Macereto lo rende inoltre la base ideale sia per raggiungere l’Autodromo Internazionale del Mugello (Mugello Circuit), circuito del Moto GP italiano, oppure come punto di partenza per visitare Firenze e le altre importanti città della Toscana come Lucca, Pisa, Siena e San Gimignano.

Una produzione
di qualità superiore

L’Agriturismo Borgo Macereto sorge tra vigneti di sangiovese e antichi oliveti all’interno dell’azienda agricola biologica che produce vino ed olio extra vergine di Oliva IGP Toscana. Le antiche e suggestive cantine recentemente ristrutturate dominano il paesaggio circostante, inoltre dalle fresche vinacce dei vini si estrae, poi, una profumata e delicata grappa.